top of page
Appunti

Come lavoriamo

Identificazione della strategia

La prima fase consiste nella ricerca della strategia efficace. Consiste nel decidere le finalità del sistema, e scegliere quello che meglio si può adattare al portafoglio di trading.

Esistono diversi tipi di strategie sulle quali lavoriamo, in particolare Statistical Arbitrage, High Frequency Trading, Pair Trading.


L’idea di questa fase è quella di raccogliere tutti i dati che possono tornare utili per ottimizzare la strategia e ottenere massimi rendimenti con rischi minimi. La selezione dei dati è un processo lento e impegnativo, che influenzerà fortemente il risultato.

Questa è la fase in cui l’idea è trasformata in un modello matematico. Il lavoro è fatto in team ed è fondamentale il brainstormini, ognuno di noi apporta una idea o uno spunto di ragionamento o di miglioramento.

Backtesting

La strategia è ora alla pari di un prototipo, quindi il backtesting serve a qualificarla: Funziona? Quanto? Quali problemi saltano fuori e come possono essere mitigati? Ecco che entrano in gioco i dati che abbiamo raccolto nella prima fase.

In questa fase mettiamo alla prova la strategia usandola su dati storici passati di mercato. Vogliamo cioè capire come si comporterebbe in un mercato reale.

L’obiettivo quindi non è tanto capire se funziona o no, quanto piuttosto valutare i suoi rendimenti in percentuale. La domanda non è se funziona, ma quanto? Questo ci permette di avere un’idea dei suoi rendimenti potenziali, e soprattutto di conoscere i suoi limiti o difetti intrinsechi, e migliorarla.

Esecuzione

Questo è il momento più delicato, la strategia definita viene applicata ai fondi reali dell’azienda. Ovviamente non allochiamo tutti i fondi su un’unica strategia ma diversifichiamo l’attività sulle migliori strategie e allochiamo il capitale in funzione della bontà della strategia.

Follow up

Fondamentale dopo aver allocato i fondi e implementato la strategia è il monitoraggio della stessa per verificare che non ci siano divergenze rispetto a quanto studiato a livello teorico e per verificare che si attivino i vari meccanismi di protezione del capitale pianificati.

Gestione del rischio

Questa è probabilmente la più cruciale delle fasi, perché il trading sui mercati finanziari è un’attività intrinsecamente rischiosa. Pertanto dedichiamo la massima attenzione nella stesura dei loro piani di gestione del rischio.

I rischi sono tanti e i più facili da immaginare sono quelli direttamente connessi al mercato, derivante dalle oscillazioni del prezzo. Questo tipo di rischi li mitighiamo installando parametri come stop loss, importo delle allocazioni (sizing), tempi di negoziazione (timing), scelta dei mercati su cui operare.

Come in ogni attività, ma più che mai nel trading quantitativo, una gestione rigorosa del rischio permette di scegliere il giusto grado di protezione senza dover rinunciare a troppe opportunità del mercato. La differenza tra strategie redditizie e non, soprattutto alla lunga, dipende anche da questo.

Quali strumenti utilizziamo

Lo strumento principale di lavoro è il linguaggio di programmazione PYTHON. Tutti i nostri SW sono sviluppati in Python, incluse le routine di Intelligenza Artificiale.

Come lavoriamo: Resources
bottom of page